Genitori digitali: educare al tempo di internet e cyberbullismo

Genitori digitali: educare al tempo di internet e cyberbullismo

Su invito del CRUS (Circolo Ricreativo Culturale Università Sassari) lunedì 24 ottobre alle ore 18.30 terremo un incontro dal titolo: “Genitori digitali: educare al tempo di internet e cyberbullismo”. Insieme cercheremo di capire la rivoluzione digitale e di conoscere l’identikit dei nostri ragazzi sul web. Vi offriremo anche qualche consiglio e regola per una educazione digitale

“Una nuova era, nuove opportunità!” Terzo incontro di “Genitori digitali: educare al tempo di internet”

“Una nuova era, nuove opportunità!” Terzo incontro di “Genitori digitali: educare al tempo di internet”

Mercoledì 23 marzo alle 18.45 in piazza Sant’Agostino si terrà l’incontro dal titolo “Una nuova era, nuove opportunità” che conclude il percorso “Genitori digitali: educare al tempo di internet”. Parleremo di strategie educative, consigli pratici e quotidiani per i nostri figli per un uso corretto di internet e vedremo le nuove opportunità offerte da internet per le famiglie.

Genitori digitali: educare al tempo di internet

Genitori digitali: educare al tempo di internet

A partire dal prossimo 24 febbraio a Sassari presso il Centro di Preparazione alla Famiglia si terranno tre incontri organizzati da Metis42 dal titolo “Genitori digitali: educare al tempo di internet” “Ma cosa fa mio figlio sempre attaccato allo smartphone?” (mercoledì 24 febbraio ore 18,45) “E se mio figlio è vittima di un cyberbullo?” (mercoledì

Le 5 regole per fare un buon selfie

Le 5 regole per fare un buon selfie

Non tutti i selfie sono uguali. Almeno secondo un algoritmo messo a punto dal ricercatore Andrej Karpathy, che grazie a questa trovata informatica avrebbe trovato la pietra filosofale del nuovo millennio: gli ingredienti per fare un ottimo autoscatto da social.
Lo studioso ha scandagliato ben due milioni di foto postate sui social con l’hashtag #selfie, individuando quei dettagli che consentono ai nostri ritratti di emergere nel diluvio di facce rovesciate quotidianamente nella Rete. Ecco le cinque caratteristiche vincenti:

E’ una “supercazzola” ma la commento lo stesso

E’ una “supercazzola” ma la commento lo stesso

Due piccole storie sassaresi per confermare – non che ce ne fosse bisogno – una conclusione raggiunta nel 2013 dalla Northeastern University di Boston: la veridicità o meno dei contenuti di un post è irrilevante per quanto riguarda il numero dei commenti sui social. Le notizie possono essere false o di cattivo gusto ma vogliamo commentarle lo stesso.

Quando un’amicizia su Facebook costa il posto di lavoro

Quando un’amicizia su Facebook costa il posto di lavoro

Come nel finale di una puntata di Colombo, con il tenente trasandato che incastra l’assassino usando un banalissimo trucchetto. Nei panni di Peter Falk si è ritrovata nel 2012 un’azienda abruzzese, che ha usato un espediente digitale per provare la condotta inadempiente di un dipendente. L’uomo, già sanzionato nel 2003 e 2009 per aver violato le regole dell’azienda, il 21 agosto si era allontanato dal posto di lavoro per una telefonata privata di quindici minuti. Questo gli aveva impedito di accorgersi che una lamiera aveva bloccato una pressa del ciclo di produzione, provocando dei danni alla stamperia.

Fidenia il “social” per la scuola

Fidenia il “social” per la scuola

Un anno fa nasceva una nuova esperienza “social” molto speciale, Fidenia. Oggi cerchiamo di scoprirla insieme per capire le opportunità e le potenzialità di un social network nato, pensato e organizzato per le esigenze e i protagonisti del mondo della scuola: insegnanti, studenti e genitori, un luogo di incontro e scambio che può rivelarsi davvero utile!