Perché Metis42?

Metis nella mitologia greca è la Dea del Tempo Astuto, il Tempo Intelligente che collabora con Gaia per abbattere la tirannia di Kronos.

È la più piccola degli dei e la sua forza è l’intelligenza del pensiero, un modo di conoscere che combina intuito, sagacia, capacità di pre-vedere, spigliatezza, abilità nel trarsi d’impaccio, vigile attenzione, senso dell’opportunità, esperienza in campi diversi.

La Metis è rapida, improvvisa come l’occasione che deve prendere al volo. Ha come campo di applicazione il mondo del mutevole e del molteplice. Per affrontarlo deve farsi più duttile, ondeggiante, polimorfa.

La Metis è la vittoria dell’intelligenza e della partecipazione attiva contro la forza e la rassegnata sopportazione di ciò che non va bene.

42 invece è la risposta alla domanda fondamentale sulla vita, l’universo e tutto quanto.

Questo numero è un concetto ripreso dalla serie di romanzi di fantascienza umoristica di Douglas Adams, «Guida galattica per gli autostoppisti».

Per cercare la risposta alla domanda fondamentale sulla vita, l’universo e tutto quanto, viene costruito un supercomputer chiamato Pensiero Profondo che, dopo una lunghissima elaborazione, fornisce come risultato “42”.

“Quarantadue!” urlò Loonquawl. “Questo è tutto ciò che sai dire dopo un lavoro di sette milioni e mezzo di anni?”.

“Ho controllato molto approfonditamente,” disse il computer, “e questa è sicuramente la risposta. Ad essere sinceri, penso che il problema sia che voi non abbiate mai saputo veramente qual è la domanda.”