Il team

Siamo cinque professionisti, con competenze diverse e multiformi, legati da un’antica amicizia e da diverse esperienze nel volontariato. Ma siamo prima di tutto genitori che sperimentano ogni giorno la bellezza, la fatica, le ansie e le attese di futuro per i nostri figli che stanno crescendo. Per questo ci unisce una visione e una priorità comune: abbiamo deciso di puntare sui giovani e il loro futuro. Perché è anche quello dei nostri figli. Ed è anche il nostro.

Crediamo nei progetti di vita aperti alla speranza e alla creatività e non all’ansia o alla paura determinate dall’incertezza del domani.

Crediamo nelle potenzialità troppo spesso sottotraccia delle ragazze e dei ragazzi di oggi, che sono cittadini della nostra città, del nostro paese, del mondo e agenti del cambiamento.

Ci sta a cuore la scuola, come luogo e strumento cardine per educare al coraggio, alla speranza, alla determinazione e alla realizzazione dei progetti di vita.

Vogliamo accompagnare docenti, famiglie e comunità nella rivoluzione digitale, sociale e culturale in atto, rendendoli consapevoli e parte attiva dei processi di cambiamento in cui sono coinvolti.

Per questo abbiamo costituito l’Associazione di Promozione sociale METIS 42. Per contattarci clicca qui!

E questi siamo noi!

Laureata in filosofia, ho sfruttato i miei studi per fare tutt’altro e per questo credo che,  paradossalmente, mi siano stati utili! Dopo un master in gestione degli enti no profit ho diretto un centro di ricerche sociali e poi per 9 anni mi sono “prestata” alla pubblica amministrazione coordinando uno staff di segreteria. Mi occupo di tematiche educative, familiari e formative. Ritrovo davvero me stessa in mezzo alla natura, in montagna, al mare o in compagnia di un buon libro. Adoro lo sport e, in realtà, la mia vera passione è la pallavolo che mi ostino ancora a praticare. Ho due figli e con loro esploro ogni giorno questo mondo che cambia cercando di avere “più voglia di volare che paura di cadere”. Mi trovi anche su facebook, Twitter e Instagram 
Sono un giornalista che ha avuto l’opportunità di lavorare nella carta stampata, nella pubblica amministrazione e nel privato sociale.  Lavorare come consulente per la comunicazione mi consente di entrare quotidianamente in contatto con tante esperienze stimolanti presenti nel nostro territorio. Come persona curiosa archivio tutto ciò che mi piace e può tornare utile: il mio motto è “Non si butta via niente”. L’essere proiettato verso il futuro – come professionista e come genitore – non mi impedisce di coltivare una grande passione per la memoria storica con il mio blog Sassari in soffitta. Mi trovi anche su facebook, Twitter e Instagram 
Mi considero un “analogico-digitale”. Mi sono diplomato come perito meccanico. Poi, per fortuna delle vostre auto, sono diventato scienziato politico e da 15 anni lavoro come ricercatore economico e consulente di web marketing e comunicazione. Sono appassionato di musica, suono e scrivo canzoni (ogni tanto). Sogno una scuola nuova, diversa da quella rassegnata di oggi, al passo coi tempi, capace di essere per le mie figlie luogo e spazio di creazione di futuri possibili. Mi piace pensare alla rivoluzione digitale come un’opportunità di sviluppo per l’umanità, con spirito critico ma senza visioni apocalittiche. Infine: amo i numeri, i fumetti e i robot anni ‘70. Il mio blog è 33 giri di bit. Mi trovi anche su facebook, Twitter, Linkedin e Instagram 
Insegno matematica e scienze alle scuole medie a contatto con le delusioni e le speranze dei ragazzi. Sono educatore ambientale e interprete naturalistico. Amo l’escursionismo e la letteratura, due modi diversi per avere spesso  la testa tra le nuvole … Non so esattamente cosa aspettarmi dal futuro perció vivo oggi con la passione più grande che posso…
Sono insegnante di latino, greco, italiano, storia e geografia. Specializzata nel sostegno alle scuole superiori, ambito in cui lavoro attualmente. Ho tre passioni: le mie due figlie e la loro felicità. La lettura (chi di voi ha mai letto l’intera opera di Agatha Christie per ben tre volte?), e, per la gioia di tanti palati, la cucina. Un sogno nel cassetto che un giorno si realizzerà