Basta aver paura dei conflitti, litigare fa bene ai bambini!

“Basta! Smettetela di litigare!”
“Chiedi subito scusa a tuo fratello!”
“Vai in camera tua e rifletti su quello che hai fatto!”
“Non ci si comporta così, ha ragione il tuo compagno!”
Quante volte abbiamo pronunciato queste frasi?

A casa, a scuola, al parco; con fratelli, sorelle, amici, noi adulti abbiamo una paura folle dei conflitti che nascono tra i bambini. Ci intromettiamo con urgenza, li facciamo smettere, facciamo chiedere scusa, diamo torto e ragione …
 … E se invece il conflitto infantile fosse un tocca sana per i nostri bambini?
Lo afferma, dopo anni di ricerche e lavoro sul campo, il pedagogista Daniele Novara, direttore del CPP (Centro Psico Pedagogico per l’educazione e la gestione dei conflitti) di Piacenza.
Nei libri “Litigare fa bene. Insegnare ai propri figli a gestire i conflitti, per crescerli più sicuri e felici” (D. Novara, BUR Parenting) e “Litigare con metodo. Gestire i litigi dei bambini a scuola” (D. Novara – C. Di Chio, Erickson) ci spiega molto efficacemente che il conflitto infantile è una grande risorsa per crescere bene e diventare adulti capaci di accettare e gestire le complicazioni relazionali.
“Per i bambini il litigio è un fattore protettivo: le persone che non sanno litigare sono a rischio verso se stesse e verso gli altri”, quindi un’educazione che tende ad eliminare e reprimere ogni forma di conflitto non si rivela positiva, anzi non aiuta la crescita dei bambini.

Allora facciamo tutti un passo indietro e non trasferiamo sui bambini il nostro metro di giudizio e il nostro senso di giustizia, insomma lasciamoli litigare e imparare a gestire i loro conflitti!

Qui l’intervista completa a Daniele Novara

Post correlati

A Parma gli studenti ‘navigano’ con stile

A Parma gli studenti ‘navigano’ con stile

Ormai ho sperimentato più volte che le migliori scoperte avvengono per caso!

Mi è capitato proprio oggi: ho “incontrato” tra le maglie delle rete un’esperienza che mi ha subito conquistato e che ho pensato di condividere. Un gruppo di ragazzi delle scuole medie di Parma, guidati da due psicologi, hanno creato il blog Navigare con stile. Più consapevoli di come usiamo internet = più liberi

Garibaldi diventa multimediale (ma quando arrivano i soldatini…)

Garibaldi diventa multimediale (ma quando arrivano i soldatini…)

Tanti sardi non lo sanno eppure dalle nostre parti esiste un sito museale che unisce passato e futuro, saperi antichi e innovazione in un percorso unico ed emozionante anche per i più piccoli. Parliamo del Compendio garibaldino di Caprera, che da qualche anno non è più rappresentato solo dallo storico – e visitatissimo – casolare dove visse e morì l’Eroe dei Due Mondi.

3 consigli per imparare a conoscere l’autismo

3 consigli per imparare a conoscere l’autismo

Oggi 2 aprile 2015 viene celebrata la VII Giornata Mondiale della Consapevolezza dell’Autismo, promossa dalle Nazioni Unite. “L’autismo” – si legge sul sito autismi.com – “fondamentalmente una forma particolare di situarsi nel mondo e, per lo tanto, di costruirsi una realtà. Associato o non a delle cause organiche, l’autismo è riconoscibile dai sintomi che impediscono o pongono delle serie difficoltà al bambino nel suo processo di entrata nel linguaggio, nella...

Commenta questo post