Genitori digitali: tre incontri per capire come educare al tempo di internet

A partire dal prossimo 24 febbraio a Sassari presso il Centro di Preparazione alla Famiglia si terranno tre incontri organizzati da Metis42 dal titolo “Genitori digitali: educare al tempo di internet“.

Chi di noi non si è mai posto almeno una volta una di queste domande:

  • Cosa fa mio figlio tutto il giorno attaccato allo smartphone?
  • È lì che naviga per ore, posso stare tranquillo? Lo devo controllare?
  • Quali rischi corre mio figlio quando naviga in internet?
  • Come funziona Facebook?
  • Mi figlia sta sempre lì a farsi selfie. Ma chi vede quelle foto? Devo preoccuparmi?

A partire da queste domande molto concrete approfondiremo il tema dell’educazione digitale. L’iniziativa è rivolta a tutti quei genitori (ma anche insegnanti ed educatori) che sentono la necessità di acquisire princìpi, regole, strumenti e strategie per accompagnare i propri figli nel mondo digitale, conoscendone i rischi ma anche – e soprattutto – le opportunità. Metis42 - Famiglia digitabile - 23 e 24 marzo 2015 Sassari

un modo, insomma, per affrontare il cambiamento in atto senza le paure che ogni cambiamento porta con sé, ma facendo propria la parola “consapevolezza”: conoscere per poter affrontare serenamente e in modo attivo la rivoluzione digitale.

Il programma prevede tre incontri:

1.“Ma cosa fa mio figlio sempre attaccato allo smartphone?” (mercoledì 24 febbraio ore 18,45)

  • Conosciamo meglio insieme il mondo del web 2.0 e dei Social Network, cosa sono, come funzionano. Partiamo da noi (e dai nostri figli): qual è la nostra presenza sul web? Quali social network conosciamo? A quali siamo iscritti? Come e quanto utilizziamo il web? Che cosa pubblichiamo? Che regole ci diamo?
  • Cerchiamo di capire insieme, anche attraverso i dati di una ricerca da noi effettuata nel territorio sassarese, cosa fanno realmente i ragazzi sul web e soprattutto sui social network.

 2. “E se mio figlio è vittima di un cyberbullo?” (mercoledì 9 marzo, ore 18,45)

  • Il mondo digitale ci spaventa? Abbiamo delle paure? Temiamo che possa succedere qualcosa ai nostri figli?
  • Cyberbullismo, Sexting, adescamenti on line, dipendenza da social: scopriamo insieme i rischi che si possono correre sul web e sui social network e capiamo insieme come agire, reagire, proteggerci e proteggere i nostri figli. Il selvaggio web: miti da sfatare, bufale, preoccupazioni.

3.“Una nuova era, nuove opportunità!” (mercoledì 23 marzo) 

  • Scopriamo in che modo la rivoluzione digitale sta cambiando (in meglio) il nostro modo di vivere, di educarci, di relazionarci, anche all’interno della famiglia. Scopriamo APP, apparecchiature e altre “diavolerie” che possono facilitarci la vita e migliorare la vita familiare. Diamoci delle regole condivise per vivere l’epoca digitale in modo consapevole e corretto.
  • Cerchiamo insieme delle strategie educative per stare accanto ai nostri figli ed educarli ad un uso corretto e responsabile degli strumenti digitali.

 

Il percorso potrà anche essere seguito singolarmente. La quota di partecipazione per singolo incontro è di 5 euro.

Tutti gli incontri saranno occasione speciale di confronto, scambio di opinioni e consigli prima di tutto da genitore … a genitore.

Pronti per partire?

 

Post correlati

Cadere e rialzarsi ai tempi di Google

Cadere e rialzarsi ai tempi di Google

Potremmo chiamarla la favola dell’uomo che disegnava mappe e che si perse per strada per colpa di una Google Car. Lo spunto è un’inchiesta della rivista “L’impresa” dedicata a come l’avvento del motore di ricerca di Page e Brin abbia sconvolto decine di business consolidati nel mondo. L’Istituto Geografico De Agostini – la società che dal 1901 ha dominato il mercato italiano della cartografia – alle soglie del Duemila si lanciò in un progetto digitale...

E’ iniziata la scuola. Insegnanti e genitori: istruzioni per l’uso!

E’ iniziata la scuola. Insegnanti e genitori: istruzioni per l’uso!

E’ iniziato l’autunno e da due settimane la scuola è tornata “prepotentemente” a riempire le giornate dei nostri bambini e dei nostri ragazzi. Siamo tornati alla routine che ci accompagnerà per 9 mesi: alunni, insegnanti e genitori fianco a fianco per rendere questo anno scolastico il più bello e costruttivo possibile. In questi giorni ho letto tanti spunti, tante riflessioni per aiutare gli studenti ad affrontare al meglio questa nuova sfida, ma ho voluto cercare...

Bullismo o ragazzata? La sfida educativa passa da Cuneo, e ci coinvolge tutti

Bullismo o ragazzata? La sfida educativa passa da Cuneo, e ci coinvolge tutti

Un antico proverbio africano recita: “Per far crescere un bambino ci vuole un intero villaggio”. Detto in altri termini: non si educa da soli. Ovvero, non si può delegare ad altri l’educazione di qualcuno: tutti ne siamo coinvolti e corresponsabili. Partiamo dal fatto, ormai diventato noto caso di cronaca: in gita scolastica a Roma qualche settimana fa, quindici studenti tra 15 e 16 anni di un liceo di Cuneo si ritrovano insieme in una camera d’albergo. Uno di loro, forse un po’ brillo...

Commenta questo post