“Io bullo” un cortometraggio per parlare di bullismo e cyberbullismo

Giovedì 26 alle ore 17.00 e venerdì 27 novembre alle 17.30 verrà presentato a Sassari il cortometraggio “Io bullo – cronaca di vita e cyberbullismo” tema di estrema attualità che spesso i nostri ragazzi vivono nelle nostre scuole che sono, purtroppo, teatro privilegiato di episodi di bullismo e, da un po’ di tempo, anche di cyberbullismo. Il cortometraggio, opera dell’insegnante Christian Castangia, sarà presentato il 26 novembre alla Sala Angioy del Palazzo della Provincia e il 27 all’Istituto comprensivo “Monte Rosello basso”, l’evento è promosso e organizzato dall’Associazione “Sassari migliore” con la collaborazione del V Circolo didattico “Sandro Pertini” e dell’Istituto comprensivo “Monte basso”.

Prendendo spunto da “Io bullo” i genitori, gli educatori e gli insegnati potranno confrontarsi sulla realtà e l’origine del problema e soprattutto capire quali possono essere le strategie di intervento e di prevenzione.

12294789_10208276050286009_2296057201931711054_nNell’appuntamento del 27 anche noi di Metis42 siamo stati invitati a partecipare al dibattito per portare il nostro contributo soprattutto nell’analisi del fenomeno del cyberbullismo e del rapporto dei giovani con il web e i social network oggi spesso teatro di azioni di oppressione, intimidazione e discriminazione. Avremo modo di “leggere” insieme i dati raccolti nella prima fase esecutiva di “Be social, be happy!” da cui si possono evincere informazioni importanti su come sono e cosa fanno  i ragazzi sul web e su quello che, ahimè, non sta facendo la famiglia in questi febbricitanti anni di rivoluzione digitale!

Confrontarsi su questi temi, comunicare, cercare di capire i segnali di disagio dei bambini e dei ragazzi, dare strumenti positivi e strategie di superamento delle difficoltà, sono le “armi” con cui i genitori possono rafforzare i figli, la loro autostima e l’accettazione di sé. 

Vi aspettiamo allora il 27 in via Pavese per condividere insieme tutte queste riflessioni e capire un meglio cosa possiamo fare per contribuire a contrastare questi fenomeni.

 

Post correlati

“Mi curo di te”: il wwf e la scuola insegnano ai bambini come prendersi cura del pianeta

“Mi curo di te”: il wwf e la scuola insegnano ai bambini come prendersi cura del pianeta

Perché ogni persona interiorizzi stili di vita sostenibili e comportamenti corretti e responsabili è necessario che fin da bambini si vivano e si sperimentino momenti di vicinanza alla terra, alla natura e si condividano questi temi importanti attraverso lezioni, letture, confronti e giochi. Il wwf offre da sempre spunti e idee importanti che catturano l’attenzione dei bambini così da renderli protagonisti fin da piccolissimi nella salvaguardia del pianeta. In particolare...

E’ iniziata la scuola. Insegnanti e genitori: istruzioni per l’uso!

E’ iniziata la scuola. Insegnanti e genitori: istruzioni per l’uso!

E’ iniziato l’autunno e da due settimane la scuola è tornata “prepotentemente” a riempire le giornate dei nostri bambini e dei nostri ragazzi. Siamo tornati alla routine che ci accompagnerà per 9 mesi: alunni, insegnanti e genitori fianco a fianco per rendere questo anno scolastico il più bello e costruttivo possibile. In questi giorni ho letto tanti spunti, tante riflessioni per aiutare gli studenti ad affrontare al meglio questa nuova sfida, ma ho voluto cercare...

Sei cose da sapere prima di regalare un drone a nostro figlio

Sei cose da sapere prima di regalare un drone a nostro figlio

Ormai è possibile acquistare i droni – i piccoli elicotteri tuttofare di cui si fa un gran parlare – anche nei negozi di giocattoli. Prima di metterlo in mano ai nostri figli, però, è bene sapere alcune cose. 1) Il drone è una macchina volante e quindi è sottoposta alle regole stabilite dall’Enac, l’Ente nazionale per l’aviazione civile. 2) Qualora non si possieda un regolare brevetto di pilotaggio, il drone acquistato nei negozi può essere utilizzato solo in due...

Commenta questo post