L’aperitivo di Kant e i Matia Bazar: gli strafalcioni più divertenti degli esami di maturità

Finalmente anche gli esami di maturità volgono al capolinea e per studenti e insegnanti inizia un periodo (più o meno meritato) di vacanza e di relax. Eh sì, perché talvolta il troppo stress e il panico possono giocare brutti scherzi. Così il momento dell’esame si trasforma per i ragazzi un momento terrificante di imbarazzo e per gli esaminatori, un momento altrettanto imbarazzante di ilarità.

Così ecco a voi una selezione, fatta a nostro totale piacimento, degli strafalcioni più esilaranti commessi dai maturandi. Alcuni sono forse dei lapsus (freudiani?), altri dei veri e propri errori madornali! Scegliete la vostra materia preferita, e fatevi due risate …

ITALIANO, ARTE E LETTERATURA

  • Pirandello ha ricevuto il premio Oscar
  • Una poesia è scritta in sette nani sciolti
  • Foscolo ottenne la cattedrale di loquenza
  • Dante per scrivere la divina commedia si é ispirato a Napoleone
  • Un celebre romanzo di Pirandello è Il fu Mattia Bazar
  • Vittorio Emanuele III era il regnante del Piemonte che si trova in Veneto
  • La rivoluzione francese è scoppiata in Germania
  • Durante la seconda guerra mondiale i tedeschi invasero la Germania
  • Il compagno di Stalin: Tronky
  • L’inferno è una voragine provocata dalla caduta di Lucignolo
  • Verdi scrisse Va a Pensare …
  • Picasso è il maggior rappresentante del culturismo
  •  Leopardi ha scritto “Il viaggio della Natura con l’Islandese” e “Il canto di Gatto Silvestro” (gatto silvestre, NdA)
  • Dante e la legge del contrabbasso
  • D’Annunzio era un estetista
  • Un esempio di architettura fascista a Milano? Il duomo
  • Dove si trova la Gioconda? A Lourdes
  • Don Rodrigo era un Signor Otto
  • I Malavoglia erano una famiglia benestante che viveva su una barca con dei lupi cuccioli (la barca del protagonista del romanzo, era carica di lupini, NdA)
  • Qual è la morale dei Malavoglia? La teoria dell’ostetrica (dell’Ostrica, NdA)

STORIA E FILOSOFIA

  • Le teorie di Lutero che ottennero una larga diffusione grazie all’invenzione della stampante
  • Kant è il filosofo dell’aperitivo categorico
  • Spione l’Africano
  • La seconda guerra mondiale è finita nel 1958 con la vittoria della Germania
  • Silla era la moglie di Mario
  • De Gasperi era un ministro di Berlusconi
  • L’Urss è la sigla di un’organizzazione terroristica che ha fatto gli anni di piombo in Italia
  • Craxi era il vice di Garibaldi in Sicilia
  • Il famoso generale garibaldino si chiamava Nino Biperio (Nino Bixio, NdA)

MATEMATICA, SCIENZE, GEOGRAFIA, TECNOLOGIA

  • Le “erezioni vulcaniche”
  • Leonardo ha messo l’uomo in tutte le sue posizioni
  • Il frutto della vite: il vitello
  • La capitale dell’Austria? Berlino
  • “Mi spiace professoressa, ma sul mappamondo non riesco proprio a trovarlo questo Mar Occo”
  • Elenca le subparticelle atomiche: protoni, NEURONI ed elettroni
  • Se facciamo ruotare un rettangolo attorno ad un lato esce un….CUBO
  • Il nome di un vulcano italiano? Il Vaticano
  • La catena di montaggio è stata inventata da Harrison Ford!
  • La rete é pericolosa perché ci sono persone che “innescano” i bambini.

Post correlati

Ma in Europa la selezione diretta degli insegnanti non è un tabù

Ma in Europa la selezione diretta degli insegnanti non è un tabù

Una delle maggiori controversie della proposta di riforma della scuola targata Renzi, approvata alla Camera e attualmente in discussione al Senato, è legata all’estensione dei poteri del dirigente scolastico nella selezione dei docenti. Tanto che si parla da più parti di “presidi-sceriffo”. Il disegno di legge all’Articolo 9 “Competenze del dirigente scolastico” recita: “Per la copertura dei posti dell’istituzione scolastica, il dirigente scolastico propone gli incarichi ai docenti di ruolo...

La ricetta per una scuola migliore? Valorizziamo il ruolo degli insegnanti

La ricetta per una scuola migliore? Valorizziamo il ruolo degli insegnanti

La prestigiosa rivista internazionale “l’Economist” ha pubblicato nel 2014 una ricerca che comparava i sistemi scolastici di quaranta paesi. L’Italia si colloca nella parte medio bassa della classifica, in venticinquesima posizione. Ai primi posti le scuole del Nord Europa e dell’Est Asiatico (alcuni di questi casi li abbiamo analizzati in altri post qui e qui). Dopo di noi alcuni paesi dell’America Latina e, in ultima posizione, l’Indonesia. Tale classifica è stata definita sulla base della...

Commenta questo post