“Mi curo di te”: il wwf e la scuola insegnano ai bambini come prendersi cura del pianeta

Perché ogni persona interiorizzi stili di vita sostenibili e comportamenti corretti e responsabili è necessario che fin da bambini si vivano e si sperimentino momenti di vicinanza alla terra, alla natura e si condividano questi temi importanti attraverso lezioni, letture, confronti e giochi.

Il wwf offre da sempre spunti e idee importanti che catturano l’attenzione dei bambini così da renderli protagonisti fin da piccolissimi nella salvaguardia del pianeta. In particolare l’organizzazione mette a punto una interessante offerta didattica gratuita per le scuole che permette a insegnanti e studenti di parlare di natura e ambiente divertendosi. “Mi curo di te“.

Si tratta di un progetto triennale rivolto alle scuole che mira a far capire che “nell’era globale è necessario vivere il rapporto con la terra e le sue risorse con la consapevolezza che siamo tutti interconnessi, che ogni nostra azione, anche la più piccola, ha importanti conseguenze sugli equilibri della natura e sul futuro di tutti“. Il progetto sviluppa ogni anno un grande tema ambientale (acqua, clima, foreste) e per l’anno scolastico 2014/2015 il tema approfondito è proprio quello dell’acqua.

Dal sito gli insegnanti possono registrarsi e scaricare gratuitamente una lezione digitale creata appositamente per l’utilizzo con la LIM e schede di approfondimento, nonché partecipare ad un concorso quiz.

Nelle scuole in cui il progetto ha preso vita è stato un successo soprattutto per i bambini, estremamente interessati sia ai temi, affrontati in maniera divertente e chiara, sia alla metodologia multimediale che oggi è il pane quotidiano dei nostri figli.

I bambini sono pronti ad imparare per diventare adulti responsabili sta davvero a noi cogliere tutte le occasioni per aiutarli e “Mi curo di te” è una piccola grande occasione che tutte le scuole possono cogliere al volo!

Post correlati

Ecco gli extra-pedestri. Per ripensare – insieme – mobilità e qualità di vita

Ecco gli extra-pedestri. Per ripensare – insieme – mobilità e qualità di vita

L’invasione è iniziata. Ma per fortuna “gli extra-pedestri” hanno intenzioni amichevoli. E larghi sorrisi. E curiosi occhi bambini. Si trovavano a bordo dell’astronave EP999 per esplorare nuovi mondi e fare conoscenza di altre forme di vita e di civiltà. Fino ad arrivare là dove nessun extra-pedestre è mai giunto prima: Sassari.

10 consigli per far crescere la tua Web Reputation

10 consigli per far crescere la tua Web Reputation

Direttamente dalla Fiera del Lavoro Sociale progettata e realizzata dal Cospes Salesiani Sardegna in collaborazione con Metis42 nell’ambito del programma Garanzia Giovani Sardegna, vi proponiamo le slide del seminario “Pillole di web reputation per le imprese e per chi sta cercando lavoro”, dove presentiamo alcuni consigli pratici per usare al meglio il web e i social

Vivere o fotografare?

Vivere o fotografare?

E’ meglio ottenere un “mi piace” o godersi le esperienze? Lo studioso americano David Maxfield si trovava in spiaggia con la piccola nipote quando si rese conto che stava perdendo di vista le priorità: “Ero così intento a ottenere una buona immagine da caricare sui social – racconta sul sito venturebeat.com – che non mi sono goduto il momento di relax”. E così, insieme a Joseph Grenny ha promosso una ricerca proprio su questa distorsione della vita social. Risultato, il 58 per...

Commenta questo post