Io sono on line e tu?

La 13^ edizione dell’Indagine Nazionale sulla Condizione dell’Infanzia e dell’Adolescenza, realizzata dall’Eurispes e dal Telefono Azzurro, si è focalizzata sui temi dei media e delle nuove tecnologie, della scuola, dei comportamenti a rischio. Il campione è stato di 1.100 bambini dai 7 agli 11 anni e 1.523 ragazzi di età compresa tra i 12 ed i 18 anni. La rilevazione, realizzata grazie al contributo delle scuole sul territorio nazionale, ha coinvolto 23 scuole di ogni ordine e grado.

Il video propone una sintesi interessante su “come, dove, quando, quanto e perché” i bambini e i ragazzi si rapportano ai nuovi strumenti della comunicazione: pc, tablet, smartphone e ai nuovi “luoghi” digitali internet, social network, blog.

La 13^ edizione dell’Indagine Nazionale sulla Condizione dell’Infanzia e dell’Adolescenza, realizzata dall’Eurispes e dal Telefono Azzurro, si è focalizzata sui temi dei media e delle nuove tecnologie, della scuola, dei comportamenti a rischio. Il campione è stato di 1.100 bambini dai 7 agli 11 anni e 1.523 ragazzi di età compresa tra i 12 ed i 18 anni. La rilevazione, realizzata grazie al contributo delle scuole sul territorio nazionale, ha coinvolto 23 scuole di ogni ordine e grado.

Il video propone una sintesi interessante su “come, dove, quando, quanto e perché” i bambini e i ragazzi si rapportano ai nuovi strumenti della comunicazione: pc, tablet, smartphone e ai nuovi “luoghi” digitali internet, social network, blog.

I nativi digitali sono multi tasking, connessi quasi 24 ore su 24, sono comunicatori, nuovi “artigiani”, autosufficienti e esperti. Possono fare a meno degli adulti, dei genitori? Quando e come i genitori interagiscono con le nuove tecnologie? Quale autonomia dare ai propri figli?

Vogliamo partire da qui per esplorare insieme il nuovo orizzonte della sfida digitale per confrontarci e capire insieme se la famiglia, la scuola, la società possono camminare accanto ai bambini e ai ragazzi piuttosto che rincorrerli e magari farli scappare!

Post correlati

DOSSIER Scuola e digitale: in 5 – impietosi – dati, il ritardo dell’Italia in Europa

DOSSIER Scuola e digitale: in 5 – impietosi – dati, il ritardo dell’Italia in Europa

Indovinate? La scuola italiana è fanalino di coda in Europa per quanto riguarda le infrastrutture digitali. Lo dimostra un’indagine realizzata dalla Commissione Europea nel 2013 dal titolo “Survey of Schools: ICT in Education”, che ha messo a confronto il sistema scolastico di 31 paesi europei in rapporto al digitale. Il quadro d’insieme è sconfortante. Abbiamo estratto 5 dati che sintetizzano (e simboleggiano) il divario del nostro paese rispetto al resto...

E’ iniziata la scuola. Insegnanti e genitori: istruzioni per l’uso!

E’ iniziata la scuola. Insegnanti e genitori: istruzioni per l’uso!

E’ iniziato l’autunno e da due settimane la scuola è tornata “prepotentemente” a riempire le giornate dei nostri bambini e dei nostri ragazzi. Siamo tornati alla routine che ci accompagnerà per 9 mesi: alunni, insegnanti e genitori fianco a fianco per rendere questo anno scolastico il più bello e costruttivo possibile. In questi giorni ho letto tanti spunti, tante riflessioni per aiutare gli studenti ad affrontare al meglio questa nuova sfida, ma ho voluto cercare...

La fortuna di essere immigrato digitale

La fortuna di essere immigrato digitale

Nel 2115 avrò circa 140 anni. Difficile immaginare in che mondo vivrò. L’unico dato certo è qualche capello bianco in più. Si andrà ancora a scuola? Oppure ognuno seguirà le lezioni da casa, perché tenere su l’istituzione scolastica è in fondo troppo costoso? Mi farò curare a distanza da un medico di Bangkok? Quello in realtà lo faccio già oggi: il mio dietologo mi segue via Skype, e con discreto successo, per giunta – mi dicono – . E quali altre diavolerie tecnologiche avranno...

Commenta questo post